Scegliere i colori!

Iniziamo da una cosa nota a tutti da molto prima che inventassero i computer: il colore è un elemento chiave nel marketing, e scegliere quello giusto può fare la differenza: per un prodotto, tra l’essere venduto e il rimanere sullo scaffale. Per un brand, tra l’essere riconosciuto e l’essere confuso con un competitor.

Nel 2006 uno studio di un’università canadese ha stimato che “Le persone prendono una decisione entro 90 secondi dalle loro interazioni iniziali con persone o prodotti. Circa il 62-90 percento della valutazione si basa solo sui colori”.

Questo concetto così ovvio sembra spesso dimenticato da chi gestisce in autonomia la comunicazione online del suo business. Ecco due errori che riscontriamo spesso:

  • Anche in presenza di un logo professionale con una palette colori abbinata, per qualche motivo chi posta sulla pagina Facebook o sul canale Instagram dell’azienda omette di inserire nei contenuti visual il logo o un riferimento cromatico ai colori del brand: che è un po’ come presentarsi dimenticando di dire il proprio cognome.
  • Un post viene pubblicato con uno scopo preciso (es. una call to action, un’offerta) ma il colore abbinato non “parla” la stessa lingua.

Ecco qualche suggerimento per un’approccio basic  che tenga conto dei colori in fase di creazione di un contenuto visual (diverso dalla semplice foto):

  • Rosso – Associato inevitabilmente all’urgenza. Sui social è utile: per mettere in evidenza una Call To Action
  • Blu – Nel settore nautico è difficile imbattersi in aziende che non hanno ceduto alla tentazione di usarlo: il mare mette d’accordo tutti e ha mille sfumature! Il risultato però è che spesso il colore non distingue un brand dall’altro, proprio dove la competizione è più alta. Se la tua azienda ha scelto il blu per il logo, cerca di fare uno sforzo in più nella comunicazione visual ed eventualmente chiedi un parere a un esperto (per esempio all’esperta di grafica del team di Nautic Sales & Marketing!). Tutte le volte che è possibile, il nostro consiglio è di lasciar “parlare” il blu nelle foto che lo contengono naturalmente (perché inquadrano il mare, un parabordo o altro) e concentrarsi sull’inserimento di un dettaglio che richiama il colore del logo del brand. Se il logo è solo blu? Pazienza…e creatività!
  • Verde – Spesso associato al relax e ovviamente a tutto ciò che è “naturale”. Sì a questo colore nelle offerte eco-friendly o che vogliono comunicare equilibrio con l’ambiente.
  • Nero (o blu molto scuro): spesso usato nel settore barche di lusso e in generale associato ad eleganza…e in tempi recenti a Black Friday! Sì all’uso del nero per parlare degli aspetti più sofisticati della tua attività.

La scelta del colore in ottica business non va quindi fatta totalmente in base al gusto personale o peggio ancora in maniera casuale. Che si scelga di infrangere tutte le regole (se il sole in una nostra immagine è verde…sicuramente ci distingueremo dalla massa!) o di seguirle con buonsenso, l’importante è che il colore sia una parte importante del nostro ragionamento quando creiaimo un post Facebook, il template di una newsletter o un volantino pubblicitario per una nuova offerta della nostra azienda.

Vuoi un consiglio sul colore del tuo prossimo post o su come costruire una palette personalizzata che ti aiuti a raccontare meglio la tua attività? Rispondi a questa email e la nostra risorsa specializzata in grafica ti risponderà al più presto!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.